Ecco quando le multe da Autovelox sono illegittime e vanno contestate

autovelox

Le multe da autovelox non sempre sono legittime e spesso possono essere contestate.

Automobilisti, vita dura. Con le spese del bollo e dell’assicurazione auto. Ma quando ci si mettono pure le multe il conto si fa intollerabile. Solo chi non viaggia mai in auto non rischia di incorrere in sanzioni, le più frequenti delle quali sono le multe per eccesso di velocità.

Siccome però anche i vigili urbani e le forze dell’ordine sono esseri umani e quindi possono commettere errori, questi errori vanno segnalati e se ci sono i requisiti è opportuno contestare la contravvenzione ricevuta illegittimamente.

Ma vediamo i casi in cui è possibile contestare una multa da autovelox.

1) Quando le postazioni autovelox non sono ben segnalate, quindi non esiste cartello o segnale luminoso posto almeno 250m prima della postazione nel caso di autostrade o superstrade, o almeno 150m prima nel caso di centri urbani o strade extraurbane, almeno 80m per tutte le altre strade. Se la segnalazione è oltre 4 km dalla postazione poi la multa non è valida.

2) L’autovelox deve essere omologato dal Ministero dei Trasporti e gestito da personale facente parte delle forze dell’ordine (vigili urbani, polizia stradale o carabinieri) e non da terzi non facenti parte di questa categoria. Lo stesso poi deve essere posizionato in un luogo dove non esistano pericoli nel caso le stesse forze dell’ordine decidessero di fermarvi.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook


3) Se il verbale della contravvenzione non è compilato correttamente; infatti il verbale deve contenere sempre dati anagrafici corretti, compresa la targa dell’auto, il luogo con data ed ora dove è avvenuta la violazione e l’indicazione della stessa norma del codice stradale violata. Se manca anche solo una di queste informazioni o sono scritte in modo errato bisogna contestare.

4) La polizia non può utilizzare i vecchi sistemi autovelox con licenza revocata e, in ogni caso, dopo 20 anni dalla loro approvazione, i sistemi elettronici per il controllo della velocità non possono più essere commercializzati (salvo intervenga proroga dal Ministero dei Trasporti). Se l’autovelox è da rottamare la multa è automaticamente nulla. Infine, attenzione all’obbligo di verifica metrologica annuale prevista per i dispositivi che funzionano completamente in automatico, senza la presenza dei vigili o della polizia.

In tutti questi casi quindi è possibile fare ricordo al Prefetto oppure al Giudice di pace, ricordando che si hanno 30 giorni di tempo (se si risiede all’estero sono 60) se si ricorre al Giudice, oppure sempre 60 giorni se si ricorre al Prefetto dalla data della notifica.

Fonte assicurazione-auto.supermoney.eu
laleggepertutti.it

LEGGI ANCHE:

Desideri ricevere i nostri articoli tramite Email? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Desideri inviarci una segnalazione? CONTATTACI

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. LEGGI DI PIU'
COOKIE POLICY
Navigando questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali all'analisi del traffico e al funzionamento del sito web, puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser. LEGGI DI PIU'
INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Privacy Policy
CONTATTACI
Desideri inviarci una segnalazione? Contattaci tramite il nostro modulo di contatto diretto